GossipMusica

Codacons vuole bloccare le raccolte fondi di Chiara e Fedez, il rapper non ci sta e replica duramente – VIDEO

Pubblicità

Pubblicità

Codacons vuole bloccare le raccolte fondi di Chiara e Fedez, il rapper non ci sta e replica duramente – VIDEO

Ogni cosa che fanno Chiara Ferragni e suo marito Fedez provoca delle dure polemiche, come così tanti apprezzamenti. Stavolta, a “criticare”, o meglio, ad indagare sulla loro raccolta fondi avviata tramite la piattaforma GoFound per aiutare gli ospedali impegnati contro il Corona Virus, è il CODACONS, l’associazione che si occupa per tutelare i diritti dei consumatori.

Pubblicità

Andiamo con calma. Fedez e Chiara aprono questa raccolta fondi, che ha raggiunto la somma di più di 4 milioni di euro. Il rapper, prima ha attaccato l’ente per un banner, che a suo dire, è ingannevole in quanto contiene clickbait che incita i cittadini a donare per una causa non chiara:

Pubblicità

Successivamente, il Codacons, con un comunicato che vi riporto qui sotto, ha chiesto di bloccare i fondi in quanto ritiene che la piattaforma utilizzata dalla coppia non è molto chiara:

Pubblicità

La società GoFundMe dovrà restituire agli utenti quanto incassato attraverso commissioni ingannevoli e costi occulti applicati alle donazioni per l’emergenza coronavirus. A chiederlo il Codacons che annuncia una diffida nei confronti della piattaforma – utilizzata per la raccolta fondi avviata da Fedez e Chiara Ferragni – a seguito dello stop imposto dall’Antitrust in relazione ai costi nascosti connessi alle transazioni con carte di credito e debito e alla commissione facoltativa impostata automaticamente sulla cifra del 10%.
Tutte le somme incassate dalla società attraverso commissioni poco trasparenti o ingannevoli dovranno essere restituite ai donatori, e l’Antitrust dovrà bloccare tutte le raccolte fondi avviate da privati che nascondono costi a carico degli utenti – spiega il Codacons, che annuncia un esposto all’Autorità per la concorrenza – Tutte le iniziative di solidarietà vanno premiate e incentivate, ma occorre garantire massima trasparenza ai cittadini sia sulla reale destinazione dei fondi, sia su eventuali costi legati alle donazioni.
In tal senso chiediamo sia reso pubblico l’ammontare dei fondi raccolti dalla campagna lanciata da Fedez e Chiara Ferragni, il totale delle commissioni incassate dalla società GoFundMe, e quanto sia stato speso per il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele, ente beneficiario dell’iniziativa di solidarietà.
Chiarimenti sono inoltre necessari in merito alla nuova campagna lanciata da Chiara Ferragni attraverso la vendita di capi sportivi legati ad un noto marchio commerciale, il cui ricavato dovrebbe andare totalmente in beneficienza: vogliamo sapere se vi saranno costi di qualsiasi tipo a carico di chi acquisterà i prodotti, e se la società commerciale partner dell’iniziativa, a parte godere di una enorme pubblicità, otterrà benefici economici – conclude il Codacons.

Così, il rapper ha risposto duramente:

Pubblicità

Articoli correlati
Gossip

Belèn e Stefano, il settimanale "Chi" svela perchè i due si sono divisi

Gossip

Diana Del Bufalo sparisce dai social: cosa è successo? (FOTO)

Gossip

Chiara Ferragni, ennesimo colpo da imprenditrice digitale: firma un contratto (costosissimo) con un social importantissimo

Musica